Riversare l’energia

Di questi tempi è lampante un fatto, un dato di fatto, gli esponenti politici sono dipendenza dei cosiddetti “poteri forti”, dell’alta finanza, e dell’Europa che ne è serva. La classe politica italiana, ormai si è tramutata in un piccolo gruppo di persone chiuse nel bunker della conservazione e difesa di se stesse. Hanno ben poche preoccupazioni verso i cittadini e … Continua a leggere

Il centro del potere risponde ai cittadini

Lo scrissi subito dopo le elezioni politiche: “Tra astenuti, annullatori di schede, schede bianche e voti ad un movimento dichiaratamente anticasta si è arrivati ad una percentuale vicina al 50%”. Eppure la classe dirigente se ne fotte, anzi rilancia e nomina ancora una volta Giorgio Napolitano, il quale subito esercita il proprio ruolo, Presidente della repubblichetta. Questa è una dichiarazione … Continua a leggere

Patto di stabilità spiegato ad un bambino

Nelle scorse ore durante una discussione via facebook  un interlocutrice mi chiede  una spiegazione su cosa sia il “Patto di Stabiltà. Non sono certo un tecnico, ma più o meno  ne sento parlare spesso nelle riunioni della mia lista civica e ne ho una certa proporzione in mente, però i veri dettagli tecnici non li conoscevo proprio tutti, quindi ho … Continua a leggere

Percorso

Dal 2007 mi occupo attivamente di politica, sin dal primo attimo mi sono  informato, aggiornato e riflesso di democrazia diretta e partecipata. Ne ho sviluppate molte immagini, molte possibili soluzioni, tutta teoria, bella, ma teoria, finchè la mia lista civica “Lavori in Corso” non ha vinto, la scorsa estate, le elezioni amministrative canturine. Tempo dieci giorni, in collaborazione col Consigliere … Continua a leggere

Città, aprire il cuore

E’ giusto intendere la città quale “bene comune”, lo ho fatto intendere spesso, anche se non utilizzando esattamente questi termini, in molti miei post. Occorre dare però un significato un po’ più concreto a questo virgolettato, è giusto darlo perché i termini sono una base concreta su cui possono poi fondarsi ragionamenti, concetti, giudizi, progetti. Asserire che la città è un … Continua a leggere

Immaginare la democrazia

Prima di infilarci in un nuovo ragionamento sulla forma di democrazia che prediligo consentitemi una premessa personale. Seguo la politica sin da bambino, dal 2007 invece la pratico attivamente. In questi anni ho alternato la militanza in una lista civica con lo studio e lo sviluppo di idee, concentrandomi verso la partecipazione popolare alle scelte amministrative, verso quella che chiamo … Continua a leggere

Le emozioni dell’autismo

Parliamo un po’ a ruota libera delle situazioni che affrontano le famiglie che “vivono” l’Autismo; cominciamo con una affermazione molto chiara: nessuno sarà mai pronto ad accettare una diagnosi di autismo con serenità, per alcuni semplici motivi e cioè o non si sa di cosa si sta parlando e lo spavento prende il soppravvento oppure lo si sa e questo … Continua a leggere

Autismo: gli eroi dei due mondi

Nel procedere dello sviluppo del mio blog abbia parlato ad oggi della descrizione della patologia, vediamo se riesco a concentrarmi ora sui problemi sociali ad essa collegati, che influiscono sulla qualità della vita delle persone affette da questa malattia ,dei loro familiari, degli “ambienti” che li ospitano. Sono qui, davanti al mio netbook, cercando di sviluppare il tema, chiedendomi come … Continua a leggere

Autismo che cos’è

  Con l’aiuto della fondazione ares parliamo tecnicamente di Autismo, buona lettura dei dettagli ,torneremo invece poi a descrivere prossimamente dei problemi concreti che si manifestano a chi vive questa malattia, Giorgio.   Evoluzione del concetto di autismo   Dalla prima descrizione di Leo Kanner del 1943, per quanto concerne il concetto e la considerazione del Disturbo Autistico, si è … Continua a leggere

Non autonomia, riconoscimento sociale

Partiamo oggi con una serie di post dedicati principalmente all’autismo, ma anche ad altre disabilità in genere. Parleremo sicuramente della forma morfologica della malattia, ma anche soprattutto dei problemi sociali ad essa collegati che colpisco sia le persone affette da questa malattia ,che i loro familiari, che gli “ambienti” che li ospitano. La difesa dei diritti di coloro che difficilmente  possono … Continua a leggere