Strane ferite (armi non convenzionali)

Notizia segnalatami e quindi letta su http://www.dgtvonline.com/ ,portale di notizie, dell’amico Marcello De Giorgio.

Io continuo a non schierarmi da nessuna delle due parti in causa, ma certe notizie (anche se andranno verificate con certezza) vanno segnalate. Buona, si fa per dire, lettura, Giorgio.


Striscia di Gaza: Strane ferite


UN MEDICO DICHIARA ALLA MISNA (Missionary Service News Agency): “USATE ARMI NON CONVENZIONALI”…

gaza ospedale.jpgNon sono in grado di dire se gli israeliani stanno usando armi al fosforo
bianco o all’uranio impoverito, ma stanno sicuramente ’sperimentando’ sulla popolazione di Gaza nuovi ordigni chiamati
Dime (Dense inerte metal explosive); si tratta di esplosivi di grande e con-
trollata potenza che causano amputazioni e danni letali per chiunque venga colpito nel raggio di 10 metri”: raggiunto dalla MISNA a Gaza nell’ospedale di Shifa, il principale della città, il professor Mads Gilbert,medico norvegese e membro della organizzazione umanitaria Norwac, parla di persone che vengono
portate a pezzi in ospedale, letteralmente tagliate in parti, e di consegue
nze di lunga durata sui sopravvissuti. “Su questi strumenti di guerra non ci sono ancora sufficienti ricerche – aggiunge -sappiamo però che chi sopravvive ha molte probabilità di contrarre un tumore ed è comunquedestinato ad una vita da disabile”.

Le ipotesi di Gilbert, sono formulate sulla base di altre esperienze di guerra, di quella del Libano in particolare dove, nel 2006, gli israeliani vennero accusati di utilizzare proprio esplosivo ‘Dime’ e fosforo bianco come da loro stessi ammesso in seguito. “Non abbiamo un laboratorio dove poter analizzare campioni – aggiunge il medico norvegese -ma parlo a ragion veduta sulla base dei corpi senza vita e dei feriti che continuano ad affollare questo ospedale. Ci
sono corpi fatti a pezzi le cui ferite non sono state sicuramente causate d
a armi convenzionali, ci sono altri corpi che arrivano completamente bruciati, con gli organi interni decomposti”. Una tragedia umanitaria, sottolinea Gilbert, che colpisce indiscriminatamente tutti senza distinzionedi sesso, di età, di occupazione: “Gran parte dei feriti che stiamo trattando ha subito gravi
amputazioni; tutto quello che sta avvenendo a Gaza va contro ogni regola del diritto internazionale. Sento parlare di guerra ad Hamas, ma i miei occhi vedono solo bombardamenti sistematici contro la popolazione civile anche con armi vietate dalla comunità internazionale”.[GB]

(Fonte: negrini@women.it)

Strane ferite (armi non convenzionali)ultima modifica: 2009-01-07T22:01:00+00:00da giorgio_civico
Reposta per primo quest’articolo

34 pensieri su “Strane ferite (armi non convenzionali)

  1. BUONASERA GIORGIO!!!!ti comunico che mi sono cresciuti i funghi in testa dall’umidità!!!!Piove da stanotte e non vuole proprio smettere!!!!!Oggi mi sono data alle fatiche del dopo ferie,diecimila cose da fare e solo 24h a disposizione!!!Sono uno straccio,credo proprio che andrò a dormire!!!ciao a presto!!!

  2. weeeeeeeeeeeee ciao giorgio, potrebb eessere vero del rsto a guerre come a guerre io personalmentr credo che se il governo desse davvero carta bisnca a tsahal in meno di 24 ore l’intera gaza sarebbe rasa al suolo in altri termini escalation della potenza di fuoco di tasahal e seconda della reazione di hamas, è una ipotesi, ma potrebbe trovare rispondenza nella realtà, non credi?

  3. Ciao Giorgio,
    Buona giornata! Quello che leggo fa abbrividire a proposito di questo anche un sacerdote cattolico, l’unico a gaza, ha lanciato l’allarme tramite Misna: Israele sta usando armi non convenzionali e distruttive: ma nessuno li vuole fermare!
    Cioa carissimo!
    don luciano

  4. non capisco,sono ignorante e lo ammetto,e voglio stare nella mia ignoranza.ma perchè l’UOMO deve fare sempre delle guerre?so che è una domanda che definirla stupida è un eufemismo,ma pur essendo stupida non ha risposta.allora:come mai?ma non lo chiedo a te,lo chiedo a chi sta comodamente seduto in poltrona al sicuro ad intascare soldi sulla pelle degli altri,civili innocenti,a quelle persone che cancellano la parola scrupolo per scrivere denaro,camuffando il discorso con false guerre di religione .io non credo che nessun Dio predichi la guerra,caso mai è l’uomo che lo fa in nome di quel Dio,ma mi sembra una scusa,un paravento,un assassinio

  5. Rimango della mia idea . Contro tutte le guerre di quasiasi tipo e giustificate da qualsiasi motivo. Le guerre , la violenza porta sempre esagerazioni. Non cado nel tranello di chi fa più “il cattivo”.
    Posso solo gridare ma lo faccio da una vita “fate l’amore non la guerra”.
    un caro saluto
    gowen

  6. Caro Giorgio, in una guerra non esistiono armi convenzionali o non convenzionali, ed è sbagliato pensare che i danni finiscono con la fine delle ostilità. Una guerra, proprio perchè espressione di brutalità e crudeltà, non segue le regole, e produce i maggiori effetti paradossalmente nel periodo successivo, in quanto il terreno è intriso di cluster bomb, di proiettili che esplodono al contatto, i terreni non possono essere coltivati perchè contaminati. Le nuove armi sono considerate “un successo” quanto più sono permanenti gli effetti.
    Questo dovrebbe angosciare di più.
    Un saluto

  7. Penso e dico… dove nasce tutta questa voglia di guerra???
    Nn capirò mai i motivi che inducono a una guerra…all’uso di armi per scopi del genere…
    Nn importa lo so quanto io capisca o meno..però stiamo portando il mondo allo sfacelo…e permettetemi di rattristarmi e impaurirmi per questo…
    Una buona serata per te…che vada oltre certe tristi notizie…che anche se nn fosse vera…comunque rappresenta una realtà…
    NeLLa’S

  8. Ultim’ora,Giorgio!
    Al TG3 – Linea Notte – hanno appena mostrato ,con un servizio “non lampo”,le immagini raccapriccianti dei feriti sfigurati dalle armi “non convenzionali” usate dagli Israeliani…
    Non sono più ipotesi,signori,ci troviamo davanti a criminali allo stesso livello di quelli che hanno perseguitato i loro nonni settant’anni fa!
    E non credo di esagerare…
    Saluti.

    Marcello De Giorgio.

  9. la guerra è sempre la stata un’ottima scusa per sperimentare mezzi alternativi di morte,non è mai comprensibile perchè l’uomo preferisca fare del male al bene,ma che da questo riesca a trarne pure profitto lo trovo agghiacciante!
    Facciamo schifo,e mi domando per quanto tempo ancora Dio avrà voglia di osservare la distruzione…
    ciao buona giornata

  10. Beh cosa credevate che una volta sconfitti Tedeschi e Giapponesi il mondo sarebbe diventato un posto pacifico, dove i giusti trionfano ed il pianeta avrebbe prosperato? Non sapete che i demoni quando vincoo si impossessano del peggio dei propri avversari per seguitare a fare del male? Benvenuti nell’era americana dove i peggiori crimini contro l’umanità ed il pianeta intero passano per premi Nobel e Operazioni di Pace o lotta al Terrorismo!!!!

Lascia un commento